Dee Newell

Ciao, mi chiamo Dee Newell e vengo da Galway, sulla costa occidentale dell'Irlanda, ma ho vissuto sulla costa orientale di Dublino negli ultimi 7 anni.

Sono un nuotatore all'aperto e nuoto principalmente nel mare, a volte nei laghi e raramente nei fiumi. Nuoto tutto l'anno, sempre, ma se non fosse stato per l'Antartide, sono abbastanza sicuro che non avrei mai completato un chilometro di ghiaccio.


Mi considero più un nuotatore di resistenza, più adatto alle traversate della Manica, piuttosto che all'esposizione al freddo. Penso di essere più utile per aiutare i nuotatori di ghiaccio in sicurezza o per aiutarli a riprendersi rispetto a nuotare io stesso miglia di ghiaccio.

Ma in Antartide, l'attrazione era semplicemente troppo grande. Il posto è arrivato a me. Quel chilometro di ghiaccio è stata l'ultima cosa che ho fatto l'anno scorso prima che il mondo si chiudesse.

Mentre il mondo tremava, eravamo soli con la natura. Un gruppo di nuotatori davvero umili, niente di più di Cath Pendleton, che ha completato il primo Ice Mile in assoluto nel Circolo Polare Meridionale. È stato un piacere contribuire a questo traguardo assistendo la sua guarigione dopo quella storica nuotata.

Non completiamo mai queste nuotate da soli e non l'ho mai sentito in modo così forte come durante il mio viaggio nella Manica nel 2019.

La mia finestra originale è stata spazzata via e la mia squadra dei sogni era dovuta tornare a casa da tempo, quando ho avuto la possibilità di nuotare.

In qualche modo, però, avevo ancora un equipaggio straordinario a bordo Squadra SUVA - Il pilota di Neil Streeter, sua madre è la potente freda street

La celebrità del canale Cliff Golding era il membro dell'equipaggio numero uno e l'unico membro della squadra originale a farcela sulla barca. Le reclute Gavan Hennigan e Andrew Ferguson sono state ben istruite in tutto ciò che avevano bisogno di sapere da Cliff, che chiaramente mi conosceva meglio di quanto io conoscessi me stesso.

Mi hanno acclamato per quasi 15 ore, fino alla Francia, ma un momento durante quella traversata è stato davvero il momento in cui mi sono reso conto di avere in realtà il dream team a bordo, dopotutto.

Se fosse una tattica o meno non lo so, ma Cliff è andato a fare un pisolino dopo il mio primo pasto fino all'alba. Questo è probabilmente il momento in cui mi sarei rotto e avrei chiesto di uscire, quindi è stato fantastico per me che si sia allontanato dal tentarmi a farlo.

Cliff è la prima persona che ha detto che sarei stato un nuotatore di canale, quindi era come una favola averlo lì ad accogliermi in un club molto esclusivo... Il Club dei Nuotatori di Canale.

Nella squadra c'era anche il mio amico Andrea Baxter, che da solo ha coordinato le mie nuotate di allenamento di 2 × 6 ore ad Abersoch Beach prima della nuotata nella Manica (un rimedio di sicurezza di emergenza dopo un tentativo di nuoto fallito di 10 ore a Carlingford all'inizio di quell'anno).



Le nuotate del 2019 non sono finite qui. A settembre ho fatto parte di una staffetta di sei persone per nuotare da Holyhead a Dublino. Il Galles è il mio secondo centro di allenamento al di fuori dell'Irlanda, quindi è stato davvero come tornare a casa.

Il Galles è anche il luogo in cui ho visitato Jim per la meditazione (aggiunto anche al piano dopo il fallimento di 10 ore di nuoto!) e dove ho incontrato Cath Pendleton per la prima volta per un addestramento pre-Antartide a Keepers Pond.

Tuttavia, ho scelto una giornata deludentemente calda per visitare la suddetta mecca con l'acqua a 6 gradi mite!

E infine, il Galles è anche patria di 'Le boe da nuoto', con Swim Buoy Jack che si è unito a me e Cath per quella bella giornata a Keepers Pond. Jack potrebbe anche aver ispirato il nome del mio prossimo progetto.

Boe Club è stato sostenuto dalle restrizioni COVID-19, poiché i divieti di nuoto e di viaggio, insieme a Frontline Response, hanno messo in pausa qualsiasi programma di nuoto che avevo dopo l'Antartide nel 2020.

Molte persone, molte che mi avevano aiutato a raggiungere i miei obiettivi di nuoto, volevano passare dall'immersione in mare al nuoto in mare.

L'obiettivo che ci siamo prefissati era quello di raggiungere i 120 metri di distanza dal Quaranta piedi, Sandycove, Dublino alla prima boa gialla. Questo è un posto molto popolare per nuotare a Dublino. James Joyce abitava nella torre Martello che la sovrasta e lì è ambientata la sezione iniziale dell'Ulisse. 

Quello che era iniziato come un nuotatore di supporto per due amici, è cresciuto fino a guidare una squadra di oltre 30 persone a completare virtualmente una nuotata di 13 chilometri nella baia di Galway, in staffetta e in solitaria, nel mese di agosto, raccogliendo migliaia di Cancer Care West lungo la strada.

Questo progetto ha notevolmente migliorato le mie capacità di allenatore di nuoto in acque libere e ho completato il mio corso di coaching in acque libere di livello 2 di Swim Ireland insieme a questa sfida.

Il Boe Club si è concluso per l'inverno, ma la raccolta fondi non si è fermata. A dicembre ho corso @deeswimber, una sfida virtuale per completare 20 tuffi/nuoti a dicembre. Hanno partecipato 175 persone e sono stati raccolti oltre 20.000 euro per il @IrishCancerSociety.

Quando le temperature sono scese, tutti pensavano che le persone avrebbero smesso di nuotare, ma non lo fecero! Tutti erano agganciati. E i servizi di emergenza erano comprensibilmente preoccupati.

La pandemia ha contribuito a rendere il nuoto in acque libere forse il passatempo in più rapida crescita in Irlanda.

Naturalmente, con l'aumento del numero di nuotatori, sono aumentati anche gli incidenti e i soccorsi, con la guardia costiera e l'RNLI che rispondono quasi ogni giorno una settimana durante l'estate.

Con la mia esperienza di nuoto nel ghiaccio e dopo aver appena completato la mia qualifica di allenatore in acque libere, mi sono incaricato di sviluppare le conoscenze di nuoto che avevo fornito tramite Boe Club e ho condotto una serie di webinar di nuoto in acque libere.

Sono rimasto stupito dalla loro popolarità e ho dovuto eseguire l'Intro to Open Water Swimming sei volte, riempiendo ogni volta uno schermo di zoom. 

Le domande più frequenti riguardavano le condizioni e come prevedere quando e dove andare per il tuo tuffo. Quindi la sessione successiva ha coperto le maree e l'utilizzo delle app meteo per garantire una pianificazione sicura delle nuotate. 

È stato bello vedere un messaggio di sicurezza diffuso in tutta la comunità del nuoto, nuova e vecchia. Nel 2013, quando ho sentito parlare per la prima volta di a galleggiante di traino erano difficili da trovare e uno spettacolo raro. Hanno ricevuto sguardi molto divertenti ma ora, qualche anno dopo, ci sono sguardi più divertenti verso un nuotatore che entra in acqua senza uno. 

C'è un flusso costante di traffico di nuoto in alcuni dei luoghi più famosi dalle 6 del mattino fino a sera, anche adesso! Luci d'avventura è diventato un must per il nuoto in acque libere, l'acqua qui intorno si illuminava come un albero di Natale prima dell'alba e dopo il tramonto.

Cappelli lampeggianti e carri trainati pieni di luci, che brillano come lanterne cinesi mentre continuiamo a inseguire la distanza mentre la notte insegue il giorno.

Scritto da Dee Newell che può essere contattato tramite lei Instagram account.

Related Posts

Bryce Davies - Swim Wild Wales
Bryce Davies - Swim Wild Wales
My name is Bryce Davies. I am a Qualified Level 2 Open water coach, Beach lifeguard and Open Water swimmer currently ...
Read More
Cassandra Patten - Nuotatrice e allenatrice freestyle britannica
Cassandra Patten - Nuotatrice e allenatrice freestyle britannica
Cassie è una delle sole 3 atlete di nuoto britanniche ad aver mai vinto una medaglia olimpica per la maratona di nuot...
Read More
Colin Hill - Fondatore e ambasciatore di Swim Secure
Colin Hill - Fondatore e ambasciatore di Swim Secure
Colin Hill è il fondatoe del marchio Swim Secure™ e ha svolto un ruolo chiave nella progettazione di molti dei prodot...
Read More

/* remove the date */ .date { display: none !important; }